lunedì 2 novembre 2009

I dolci della tradizione sarda per il 2 Novembre

Quest'anno abbiamo saltato Halloween a piè pari. Niente organizzazione di feste, niente piatti paurosi da proporre ai nostri clienti, solo un recipiente stracolmo di caramelle e dolciumi per i pochi bimbi che hanno bussato alla nostra porta con l'interrogativo "Dolcetto o scherzetto?". Il risultato è stato dunque che la maggior parte di caramelle e dolciumi sono ancora qui...

Per la giornata di oggi abbiamo però deciso, anche senza niente di nuovo da proporre, di offrirvi i dolci della tradizione sarda per questo giorno che ricorda i nostri cari defunti. Del resto, mentre il 31 Ottobre in America i ragazzini si vestono da fantasmi e streghe, in Sardegna il 2 Novembre i ragazzini andavano per le case da parenti e vicini a chiedere qualcosa per le anime dei defunti e tornavano a casa carichi di frutta secca, biscotti e dolci...

Dal nostro archivio riproponiamo dunque il pan'e sapa realizzato a quattro mani con la zia Shaghy

e le ossa di morto (che Sign.ra Doriana comprò per noi).

Inoltre, dolci della tradizione sarda sono gli Anca li cani di cui ci aveva parlato Cookie prima che appendesse il mestolo al chiodo (e a cui si deve la foto che vi mostriamo qui sotto):

e le pabassine (o pabassini) di cui trovate varie versioni in rete. Noi abbiamo scelto di linkare la versione del nostro conterraneo Chef Vellino (a cui si deve la foto che vi mostriamo qui sotto).

Per non dimenticare
i nostri cari e le tradizioni!

7 commenti:

  1. vergogna... non ho preparato niente di tradizionale per questa occasione!
    peggio, non ho fatto proprio nulla di tradizionale... mi mando da sola 5 minuti nel ripostiglio per punizione!
    :-(

    RispondiElimina
  2. ma che bella questa parata di dolcezze tipiche...gnam!

    RispondiElimina
  3. Dolcetti tradizionali? Li assaggerei volentieri tutti :-)

    RispondiElimina
  4. che bella carrellata di dolciumi ;)

    RispondiElimina
  5. prendo tutto, si si mi piacciono tutti !!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Aiuolik,hai fatto benissimo a linkare anche i miei popassini,e sempre bello ricordare le meraviglie gastronomiche e paesane della nostra terra,pultroppo io in quest'ultimo anno ho lavorato talmente tanto da non riuscire più a dedicare molto tempo al mio blog,ma appena mi libero un attimo cercherò di recuperare il tempo perso.

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!