sabato 8 dicembre 2018

Moroccan-style aubergine salad

Metti una sera a cena di inizio Dicembre con un vegetariano a tavola. Beh, gli prepari un'insalata, direte voi. Certo, ma un'insalata speciale, vi risponderò io. Così, approfittando che "winter in coming", ho iniziato a sfogliare questo libro.


Di idee interessanti, vegetariane e non, ne ho trovate tanto, ma per la cena di inizio Dicembre, ho scelto la ricetta che trovate sotto...anche se in realtà di inverno ha ben poco, a iniziare dalle melanzane!

Ingredienti:
  • 2 melanzane medie, tagliate longitudinalmente in fette di circa 1 cm.
  • 3 cucchiai di olio d'oliva
  • 200 g di pane, tagliato in piccoli pezzetti delle dimensioni di un morso
  • 1 cucchiaino di spezie marocchine
  • peperoncino secco tagliato finemente
  • 100 g di formaggio feta
  • foglie di menta
Preparazione:
  1. Preriscaldate il forno a 200º C.
  2. Riscaldate una padella e mettetevi le melanzane con 2 cucchiai di olio. Cuocete per 5 minuti su ciascun lato o sinché saranno tenere. Tenete da parte al caldo.
  3. Nel mentre, mischiate il pane con le spezie marocchine. Mettetelo in una teglia da forno e fatelo cuocere per 10 minuti, sino a che sarà croccante e dorato.
  4. Mettete le melanzane nel piatto, spolveratevi il peperoncino, il pane, la feta tagliuzzata e le foglie di menta. Condite con sale e pepe e servite condito con il restante olio.

Winter is coming...

domenica 2 dicembre 2018

Menù Lib(e)ro - Dolci al cucchiaio e gelati: Bavarese de turrón de Jijona


Per questa pagina del Menù Lib(e)ro capeggiata da Haalo avevo pensato di chiamare in causa il buon vecchio Maestro Artusi. Ho visto però che altre amiche in queste ultime tappe si sono affidate a lui e ho deciso di cambiare prospettiva. Invece di scomodare un classico della cucina italiana, ho chiesto supporto a un classico della cucina spagnola.


Una nota sugli ingredienti va fatta. Per mia stessa decisione e regola, le ricette devono seguire pedissequamente quelle dei libri, il gioco era proprio questo. Il torrone di Jijona però io non l'ho mica trovato, per cui perdonatemi se ho usato del normale torrone spagnolo alle mandorle non proveniente da Jijona.


Ingredienti:

  • 1/4 di torrone di Jijona
  • 4 uova
  • 4 foglie di colla di pesce
  • 2 o 3 cucchiai scarsi di Rum
  • un po' di acqua
  • un pizzico di sale
Preparazione:
  1. Tagliate le foglie di colla di pesce in quadratini e metteteli a mollo in acqua fredda, con tanta acqua per coprire la colla.
  2. In un recipiente di vetro o di porcellana mettete il torrone tagliato in piccoli pezzi. Con una forchetta schiacciatelo bene, in modo che il torrone sia sminuzzato. 
  3. Una volta sminuzzato, aggiungete i tuorli delle uova e il Rum. Mischiate sino a che si formi una crema, aggiungete quindi la colla di pesce a poco a poco riscaldando il composto a fuoco lento e facendo attenzione che non arrivi a ebollizione.
  4. Mischiate senza smettere di girare e incorporate a poco a poco i bianchi d'uovo montati a neve con un pizzico di sale.
  5. Versate in un recipiente a forma di corona e mettere in frigorifero almeno 4 ore prima di servire. Si può preparare dalla sera prima.

El turrón!

domenica 25 novembre 2018

Coniglio alla paesana


Non so se l'avete notato, del resto perché avreste dovuto!?, ma ogni volta che per una ragione o per l'altra (il mio capo direbbe con una scusa o con un'altra) mi trovo a viaggiare da qualche parte, la domenica dopo vi offro un piatto preso dal libro del luogo (ovviamente se in Trattoria ho già un libro, altrimenti dovreste aspettare qualche domenica in più). Indi per cui, dato che in questi giorni, tra gli altri posti, sono stata pure a Trento, ho scelto per voi (e pure per me) questo libro e questa ricetta.


Ingredienti:
  • 1 coniglio con le sue interiora
  • 1 fetta di lardo
  • 1 noce di burro
  • 1 cucchiaio d'olio
  • 2 cipolle
  • 1,5 bicchieri di vino bianco secco
  • brodo di carne
  • 1 cucchiaio di paprika dolce
  • 1 spolverata di noce moscata
  • 1 punta di comino
  • mezza foglia di alloro
  • alcune foglioline di rosmarino
  • cinque bacche di ginepro
  • pepe bianco
  • sale
  • 1 carota
  • alcune foglie di prezzemolo
  • 1 cucchiaio di salsa di pomodoro
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 cucchiaio di parmigiano reggiano
Preparazione:
  1. Il coniglio, dopo avergli tolto la testa e le interiora, va lavato in acqua corrente, tagliato a pezzi non troppo grandi e fatto dorare in un soffritto di lardo pestato, burro, olio e una cipolla. Questa doratura iniziale, come del resto la successiva cottura, deve essere fatta a fuoco molto basso e perciò molto prolungata nel tempo.
  2. Dorata che sia la carne del nostro coniglio, vi si aggiunge un bicchiere piuttosto abbondante di vino bianco secco.
  3. Prima che quest'ultimo si sia completamente evaporato, vi si aggiunge una miscela di aromi e di profumi composta dalla paprica dolce, la noce moscata, il comino, l'alloro, il rosmarino, le bacche di ginepro, il pepe e il sale. La miscela aromatica così composta, prima di essere aggiunta al coniglio, va amalgamata in mezzo bicchiere di vino bianco.
  4. Via via che il sugo del coniglio andrà addensandosi, vi si aggiungerà del brodo di dadi o di carne, in modo che la carne sia sempre parzialmente coperta da una cerca quantità di sugo.
  5. Dopo circa un'ora di cottura, sempre a fuoco molto basso, aggiungete al tutto una salsa così composta: le frattaglie del coniglio andranno pestate finemente e rosolate in condimento di cipolla, carota e prezzemolo tritati. Vi si unisce quindi un cucchiaio di salsa di pomodoro, si lega con la farina e si diluisce eventualmente del brodo.
  6. Aggiunta la salsa al coniglio, lasciate cuocere ancora per mezz'ora o per tre quarti d'ora, unendo alla fine una cucchiaiata abbondante di parmigiano grattugiato e diluendo, se serve, con del brodo.
Trento ti tenta

domenica 18 novembre 2018

Menù Lib(e)ro - Fantasia di frutta: Frutti di bosco con salsa al cioccolato bianco


La mia amica #lasegretaria Marta mi augura di avere presto un uomo in cucina e così ha scelto per me questo libro


Devo ammettere che sinora l'esperienza di uomini ai fornelli è stata positiva e che è un fattore importante per me, del resto la Trattoria nasce anche per quello! Stavolta però la ricetta di Bill me la sono cucinata e mangiata tutta sola :-) E se tra tante ricette è stata scelta questa è perché per il nostro Menù Lib(e)ro siamo arrivati alla fantasia di frutta e quindi è la frutta a farla da padrona.


Ingredienti (per 4 persone):
  • 175 g di cioccolato bianco di buona qualità, a pezzi
  • 170 ml di panna
  • 500 g di frutti di bosco misti
Preparazione:
  1. Mettete il cioccolato e la panna in una ciotola resistente al calore e fateli sciogliere a bagnomaria.
  2. Mescolate fino a quando il cioccolato si scioglie, poi togliete dal fuoco e versate in una brocca.
  3. Per servire, distribuite i frutti di bosco in 4 piatti fondi e, u na volta in tavola, ricopriteli con la salsa di cioccolato bianco.

Grazie Bill e grazie Marta!

domenica 11 novembre 2018

Salsa tzaziki

Per prepararmi al capitolo sul secondo vegetariano, ho bluffato un po'. Tutto il gioco dei libri era nato come scusa per usare i libri della mia libreria. Siccome però un libro tira l'altro e la voglia di conoscenza è sempre lì a farci compagnia, ormai se vedo un libro di cucina penso "vediamo se posso fare una ricetta". Così prima di arrivare al gulash di seitan ho sfogliato vari libri di cucina vegetariana/vegana, tutti dalla libreria di un fidato amico vegetariano. Avendomi lasciato 4 libri, ovviamente dovevo provare una ricetta da ciascuno!

Così quando coi soliti amici con cui ogni tanto ci dilettiamo a provare piatti sfiziosi abbiamo deciso di preparare lo tzaziki, ho attinto a uno dei libri lasciatomi in prestito.


E per finire, vi lascio anche una veduta dalla Trattoria che su FB ha riscosso abbastanza successo dato che annunciavo che era presente uno degli ingredienti della ricetta... Quale? Il cetriolo, ovviamente...ovvero il "pepino", meglio nota come Torre Agbar :-) 


Ingredienti:
  • 700 g di yogurt
  • 1/2 cipolla
  • qualche foglia di basilico
  • 2 spicchi d'aglio
  • una manciata di prezzemolo
  • alcune foglie di menta fresca
Preparazione:
  1. Ridurre in poltiglia la cipolla e l'aglio. Tritare il basilico, la menta e il prezzemolo.
  2. Tagliare il cetriolo a dadini.
  3. Mescolare il tutto e aggiungere lo yogurt. Servire fresca.
Semplicissimo!