venerdì 10 agosto 2007

Panada di Assemini

Qualche tempo avevamo assaporato assieme la panada di Tula (o panada di Oschiri), in Sardegna però esiste anche un'altra panada famosissima, la panada di Assemini.
Senza entrare nel merito di quale panada sia nata prima, di quale sia più famosa o, peggio, più buona, MuVarA oggi vi propone la panada che ancora mancava nel nostro menù, ovvero quella di Assemini nella sua variante con agnello e patate. Diciamo fin da ora, però, che la classica panada di Assemini prevede un ripieno di anguille e piselli.

Approfittiamo anche dell'occasione per fare gli auguri di compleanno a un nostro caro amico noto per il suo motto "Donne, Birra!" che, casualmente, è anche asseminese di adozione!

Ingredienti per la pasta:

  • 700 gr. di semola fine
  • 150 gr. di strutto
  • 2 cucchiai di acqua salata
Preparazione della pasta:
Impastate la semola con lo strutto e l'acqua salata finché il composto non sarà omogeneo ed elastico.
Avvolgetelo dunque in un panno umido e lasciatelo riposare per circa un'ora.

Ingredienti per il ripieno:
  • 1 kg. di agnello
  • 1 kg. di patate
  • 1 mazzo di prezzemolo
  • 3-4 pomodori secchi
  • olio q.b.
Preparazione del ripieno:
  • Tagliate l'agnello a pezzetti piccoli e mettete da parte.

  • Tagliate le patate a rondelle sottili e mettete da parte.

  • Sminuzzate i pomodori secchi e il prezzemolo e mettete da parte.
Preparazione della panada:
Trascoro il tempo di riposo dell'impasto, spianate i 3/4 dell'impasto aiutandovi con il mattarello. Usate dunque l'impasto per ricoprire il fondo e i bordi di una tortiera (meglio se con la cerniera) appiattendo bene il fondo e appoggiando leggermente sui bordi.
Versate uno strato di carne sul fondo, cospargetevi sopra un po' del trito di pomodoro secco e prezzemolo. Coprite con uno strato di patate su cui cospargerete ancora un po' del trito.

Continuate fino ad esaurimento degli ingredienti avendo cura di terminare con uno strato di carne in modo che le patate possano cuocere uniformemente.

Coprite con il quarto di impasto che avete lasciato da parte, opportunamente spianato con l'ausilio del mattarello. Chiudete la panada con le mani formando una spighetta lungo il bordo ed eliminate l'impasto in eccedenza.

Informare a forno già caldo a 180° per 100 minuti.

Ottima come secondo piatto
ma anche come piatto unico

11 commenti:

  1. Ciao! Quante belle cose che avete fatto durante le ultime settimane. Questa Panada me la segno per tempi "più magri"! Tutto bene da voi? Un salutone, Alex

    RispondiElimina
  2. Mais que nada... Uma panada!

    RispondiElimina
  3. Ciao Alex, bentornata! Qui anche in ferie si continua a mangiare :-)

    Caro Sergio...una panada o una enchilada :-)

    RispondiElimina
  4. è bellissima, ma io non mangio l'agnello, dovrò farla con un'altra carne.

    RispondiElimina
  5. Francesca, se non ti piace la carne puoi farla anche di sole verdure...ti assicuro che è buonissima!
    Ciao, Aiuolik

    RispondiElimina
  6. ma quanto è bella! questa la provo appena posso.

    RispondiElimina
  7. Artemisia, per questa la tortiera da 22cm è perfetta ;-)

    RispondiElimina
  8. cara aiuolik, ho postato la mia pseudo panada su AAA e aspetto un tuo commento :)

    RispondiElimina
  9. stasera la provo per cena poi vi faccio sapere!!

    RispondiElimina
  10. Ero giovanissimo quando facevo il Carabiniere a cavallo a Calamosca di (CA)e venivo a ballare ad Assemini in una sala attinente ad una trattoria dove mangiai per la prima volta SA PANADA.Era l'anno 1966.Non ho mai dimenticato quel gusto squisitissimo,fragrante e pieno di bontà.L'ho fatta preparare da mia moglie che è un abile Chef ed ho potuto riassaporare il vecchio gusto attraverso la Vostra ricetta.Ma la trattoria MuVara è quella vicino la vecchia Sala da ballo?Presumo di SI'.Se siete Voi,vi faccio sempre i miei migliori auguri.Se venite a Napoli,vi farò assaggiare qualche prodotto differente,Buono come la Vostra PANADA.Ciaooo a Tutti.

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!