mercoledì 30 luglio 2008

Spaghetti alle arselle

Oggi un piatto semplice quanto buono. Qui in Sardegna li trovate praticamente sempre nei menù e anche noi quando capita qualche collega straniero lo portiamo in qualche ristorantino dove li fanno buoni e gli consigliamo di assaggiarli.

Potevano dunque mancare in Trattoria? Ovviamente no...anzi ci sembrava anche strano non averli ancora pubblicati in più di un anno di ricette!

Ingredienti (per due persone):
  • 180 gr. di spaghetti
  • 400 gr. di arselle
  • 2 spicchi d'aglio
  • olio extra-vergine d'oliva
  • prezzemolo
  • sale q.b.
Preparazione:
Mettete a mollo le arselle in acqua abbondantemente salata (con sale fino) e lasciatele nell'acqua per circa 6 ore in modo da farle spurgare.

Nota: anche se il pescivendolo vi assicura di averle già spurgate, noi consigliamo comunque di effettuare il procedimento spurgante.

Trascore le 6 ore toglietele dal recipiente e fatele saltare in una pentola in cui avrete fatto precedentemente soffriggere il trito di uno spicchio d'aglio. Coprite con il coperchio e lasciate cuocere a fuoco medio per circa 10 minuti sino a completa cottura delle arselle.
Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata.
In una padella larga fate soffriggere il restante spicchio d'aglio, aggiungete quindi le arselle senza buttare il liquido di cottura.
Scolate gli spaghetti al dente, saltateli assieme alle arselle e aggiungete parte del liquido di cottura opportunamente filtrato. Impiattate e spolverate con prezzemolo.

Nota: a gusto personale si può aggiungere una spolverata di bottarga...ma questa è un'altra ricetta :-)

Immancabile in estate!

21 commenti:

  1. W sa cocciula!

    RispondiElimina
  2. Ecco, questo è un piatto che mi fa scendere la lacrimuccia e che amplifica alla potenza la mia nostalgia dell'Italia!! Ancora un mese esatto e poi si torna a casa!!
    Un bacione (anche qui taaaanto caldo)
    Alex

    RispondiElimina
  3. Siiiiii!!!!! Io adoro la pasta al pesce!
    Da noi si chiamano Spaghetti con le purasse!
    Buonissimi!
    Martina

    RispondiElimina
  4. buonissimi.....sempre ricettine gustose....buona giornata
    Annamaria

    RispondiElimina
  5. E' decisamente un po' prestino .... ma che acquolina!!!

    RispondiElimina
  6. piatto fantastico, come sempre!!! complimentissimi!!

    RispondiElimina
  7. Un piatto che parla da solo...mi spiegheresti qual'e' la differenza tra le arselle e le vongole veraci? (Noi usiamo quelle, qui di arselle non ne ho mai viste, o forse e' solo il nome diverso???)

    Mi piace quando postate piatti della cucina sarda,prima o poi verro' nell'isola e mangero' tutto il possibile!!!

    RispondiElimina
  8. Benito :-PPPP

    Alex dai resisti ancora un po'!!!

    Clamilla le purasse non le avevo mai sentite! W i blog e gli scambi interculturali :-)

    Unika grazie :-)

    Twostella è sempre tempo per un piatto di spaghetti :-)

    Sara grazie, come sempre!

    Ciboluette ecco...uno non studia e subito lo interrogano :-) In realtà devo confessare che non ho mai capito la differenza. Diciamo che sono molto parenti (la conchiglia è un po' diversa). Il fatto è che qui si trovano le arselle mentre nel resto dell'Italia (sull'estero non mi pronuncio) pare che si trovino le vongole...

    Ciaoooo,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  9. Deliziosi questi spaghetti!!! Me li mangerei anche adesso accompagnati da un buon bicchiere di vino bianco, magari del Vermentino... che te ne pare??
    Baci

    RispondiElimina
  10. quanto mi piacciono... voglia di mareeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  11. Oggi avete postato uno dei miei piatti preferiti... io naturalmente sopra abbondo con una generosa spolverata di bottarga^__^
    Un bacione

    RispondiElimina
  12. Che delizia! Questa me la posso solo immaginare sigh!!!

    RispondiElimina
  13. Ho l'acquolina in bocca!
    A questo punto devo assolutamente venire in Sardegna ad assaggiare questo piatto!:-D
    Un bacio

    RispondiElimina
  14. Che bontà!! e che acquolina!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Questo piatto mi ricorda le estati passate in Sardegna. Nostalgia...
    Chicca

    RispondiElimina
  16. Bentornata! Anche se sei tornata già da diversi post non avevo ancora avuto modo di salutarti. Gli spaghetti alle arselle fanno estate come nessun altro piatto!

    RispondiElimina
  17. i vostri post precedenti sanno di casa mia...in modo contorto...ma lo sanno....sarti è il cognome del galletto che ha origini napoletane ma non certo di derivazione sarti...che sono di questo buco di paese del nord ad uno sputo dalla svizzera,,,,perchè gli svizzeri sono i miei vicini di casa!!! le arselle ...se provo con le vongole surgelate che è quello che più mi ispira in zona similelvetica??? ahahha un baciotto

    RispondiElimina
  18. Ma...arselle=vongole?? che buonooooo!!!

    RispondiElimina
  19. buonissima ricetta!!!!che fame!!!

    RispondiElimina
  20. Da buona sarda è una di quelle ricette che ho cucinato tante volte,ma mi piace vedere come vengono fatte dagli altri....questa è proprio come la faccio io!!! ciao

    RispondiElimina
  21. Qui in Versilia quelle della foto si chiamano calcinelli o paparazze, le "nostre" arselle sono diverse, più allungate da una parte squadratine e dalla parte opposta arrotondate... il nome esatto delle arselle credo sia telline!!! in ogni caso sono assolutamente i più gustosi dei frutti di mare per me!!!

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!