lunedì 27 settembre 2010

Marmellata d'uva nera con cottura ibrida

sei diventata
nera nera nera
sei diventata
nera
come il carbon
[Sei diventata nera - Los Marcellos Ferial]

Davanti a qualche grappolo di uva nera abbiamo pensato di farne marmellata. Sapevamo già che il risultato ci sarebbe piaciuto, dato che la ricetta è ormai consolidata in Trattoria (se ve la siete persa, la trovate qui). Dopo il successo della marmellata di susine in forno, però, abbiamo deciso di fare un nuovo esperimento. Poiché la marmellata di uva nera prevede che dapprima si cuocia così com'è, poi la si passi al passaverdura e poi la si cuocia ancora...abbiamo deciso di provare una cottura ibrida, ovvero prima sui fornelli, poi passaverdura, poi forno. La marmellata è venuta ottima e noi abbiamo risparmiato circa un'oretta davanti ai fornelli. Donne moderne...


Ingredienti:
  • uva nera
Preparazione:
Sgranate l'uva, lavatela, mettetela qualche minuto a bagno con un cucchiaino di bicarbonato e quindi risciacquate. Mettetela quindi dentro una pentola e fate cuocere per 1 ora mescolando di quando in quando. Togliete quindi dalla pentola, passate la frutta al passaverdura e mettete la polpa nella leccarda del forno.


Cuocete quindi in forno a 200° per circa un'ora. Togliete dal forno e mettete nei barattoli sterilizzati, quindi fate sterilizzare ancora mettendo i vasetti per 10 minuti in acqua bollente.

Ottima col caprino!

5 commenti:

  1. Oh sì che sarà buona con i formaggi! Quest'anno non ho fatto ancora una marmellata. Ma l'anno ancora non è finito :-)

    RispondiElimina
  2. Non l'ho ancora preparata quest'anno e la vostra sperimentazione mi incuriosisce ...

    RispondiElimina
  3. davvero curiosissima e interessante la cottura nel forno! geniali siete!!!!

    RispondiElimina
  4. Cari, vi pensero queste sere, mi aspetta una accurata pulitura di un bel quantitativo di uva (causa verde rame, urg) e successiva marmellata, e mi sa che seguiro' la procedura del forno, perche' mi saro' meritata un po' di risparmio di tempo, altro che donna moderna!

    RispondiElimina
  5. Ma dai!!!!!!!!!!!!!!!
    Io ieri ho fatto la gelatina di uva fragola...
    Perchè non ho pensato di metterla in forno?
    Uffa! Però la prossima volta voglio provare.
    L'assaggerei volentieri la vostra marmellata
    Anch'io l'ho fatta per i formaggi!
    Ma c'è qualcosa di più buono?
    Brava.......davvero un'idea interessante.
    Un bacione e a presto

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!