lunedì 12 luglio 2010

Insalata di polpo con patate

E visto che il polpo non ha sbagliato un colpo, il che --ammettiamolo-- ha dell'incredibile!, ecco che in Trattoria la visione della finale dei mondiali 2010 è stata accompagnata da due ricette a base di polpo... Ops!

Tranquilli non si tratta di Paul, ma di tre polpi pescati dal nostro vicino e regalatici ancora vivi. Perché se Paul non sbaglia un colpo, è anche vero che neanche il nostro vicino sbaglia un colpo (almeno coi polpi!). 

Così mentre Olanda e Spagna combattevano (a giudicare dai falli il termine è assolutamente corretto) per aggiudicarsi il titolo mondiale, in Trattoria due insalate si contendevano il titolo di miglior ricetta: insalata di polpo classica contro insalata di polpo con patate. Nella foto qui sotto vedete in primo piano la formazione dell'insalata di polpo classica, secondo ricetta MuVarA, già uscita su questi monitor in questo post. A fine post trovate la formazione dell'insalata di polpo con patate, di cui tra pochissimo vi daremo la ricetta.



Chi ha vinto? Diciamo un bel pareggio! Il parere personale dei Trattori è che quella classica è migliore, ma alcuni dei clienti hanno preferito quella con le patate. Per cui, ancora, un pareggio!

Ingredienti:
  • 1 kg. di polpo
  • 800 gr. di patate
  • 1 cipolla
  • 1 foglia di alloro
  • olive nere denocciolate
  • prezzemolo
  • olio extra-vergine d'oliva
Preparazione:
Comprate il polpo ancora vivo e congelatelo in freezer in modo che diventi più morbido. Tiratelo fuori dal freezer e immergetelo a freddo in abbondante acqua. Fatelo quindi bollire per almeno 1 ora e mezza. A cottura ultimata eliminate l'acqua e attendete che il polpo si raffreddi (meglio lasciarlo raffreddare tutta la notte, o comunque per almeno 12 ore). Tagliate i tentacoli a pezzetti, svuotate la testa della parte nera e degli occhi e tagliatela a striscioline.
In una padella fate soffriggere la cipolla tagliata fine e una foglia d'allora tagliata a striscioline. Dopo qualche minuto aggiungete il polpo, le olive nere tagliate a rondelline e le patate (che avrete precedentemente fatto bollire) tagliate a cubetti. Mischiate tutto assieme e, a fine cottura, aggiungete il prezzemolo tritato.

Popopolpopolpo popopolpopolpo

2 commenti:

  1. Questa cosa di congelare il pesce vivo mi ha attirato strali di disgusto quando l'ho fatto con le povere anguille.....ora, devo dire che in questo girni il polpo mi fa anche più tenerezza :))
    So che quello che dite voi è uno dei modi migliori per mangiare un polpo freschissimo e tenero però, a meno che non si abbia a disposizione un pescatore di barivecchia che lo sbatta per noi sugli scogli :D
    Il polpo con le patate mi manca, lo proverò :)

    RispondiElimina
  2. Ma povero polpo, pure surgelato vivo: ma cosa sei.... la vendicatrice dei tedeschi ? hehehehehe
    Opto anche io, in questo caso, per un salomonico pareggio, ma non uno 0-0: un bel 3-3 !!!
    Diciamo che, in gergo pugilistico, ai punti vince la classica :-)

    P.s.: si è scoperto che il polpo crucco è dell'Elba, quindi si chiama PAOLO !!!!! :-D

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!