venerdì 9 ottobre 2009

Shuffled Tiramisu

Una delle prime cose che ci insegnano a scuola quando si iniziano a studiare le moltiplicazioni è che "invertendo l'ordine dei fattori il prodotto non cambia". Più in là si impara anche che questa altro non è che la proprietà commutativa di cui godono diverse operazioni matematiche, tra cui, appunto, la moltiplicazione.

Chi sta in cucina però sa bene che l'ordine degli ingredienti è importante, ma il principio da cui siamo partiti noi è che l'ordine è importante ma la posizione non necessariamente lo è.

Tutto questo perché un giorno Francesca su FB chiese che ne pensavamo di una raccolta di tiramisu tradizionali e non. Noi rispondemmo con il nostro entusiasmo, poi la scadenza arrivò e ancora nessuna idea, poi finalmente l'extended deadline ci ha permesso di partecipare!

Il fatto è che la ricetta del tiramisu che Aiuolik prepara normalmente in Trattoria è stata ereditata da Una Mela, a cui a sua volta era stata data in dono da un'amica. Se c'è da fare un tiramisu Aiuolik ha dunque la sua ricetta, al limite può aggiungere delle gocce di cioccolato come fece qui per la raccolta di tiramisu di Mariluna, ma la ricetta resta sempre quella. Così questo tiramisu ha allietato tanti compleanni, cresime, comunioni, feste di laurea e anche l'addio al nubilato di zia Shaghy entrando così a far parte anche delle ricette della zia :-)
Insomma, trovarne una variante ci sembrava arduo, fino a che la mente matematica di Aiuolik ha pensato di applicare la proprietà commutativa agli ingredienti.

Ecco dunque che gli ingredienti restano sempre gli stessi, ma la loro posizione nel dolce è leggermente cambiata (non per tutti gli ingredienti ovviamente, la decorazione con le uova sode per esempio non ci è sembrata una grande idea!). Ecco dunque da dove vien fuori il nome della ricetta che in italiano suonerebbe come "Tiramisu rimescolato".

Nota: noi l'abbiamo mangiato sia la sera stessa della sua esecuzione (con le cavie Pi e Shaghy) che il giorno dopo e il giorno dopo la crema è superlativamente migliore. Cliente avvisato...

Ingredienti:
  • biscotti savoiardi sardi (aka biscotti di Fonni)
  • cacao amaro q.b.
  • 3 tazzine di caffè espresso
  • 3 uova intere
  • 6 cucchiai di zucchero
  • 300 gr. di mascarpone


Nota sugli ingredienti: per noi il biscotto del tiramisu è solo ed esclusivamente il biscotto savoiardo sardo. Non crediamo sia per campanilismo ma perché ci piace decisamente di più che con i pavesini o con i savoiardi vicentini. Per fortuna anche una cheffa ci dà ragione nella preparazione del suo tiramisu per la stessa raccolta.

Preparazione:
Mettete i biscotti a coprire la base della teglia.


Inzuppateli versandoci sopra una cioccolata preparata con il cacao amaro e l'acqua. Mettete da parte e lasciate raffreddare.


Preparate il caffè e lasciatelo raffreddare.
A parte preparate la crema mischiando bene i tuorli delle uova con lo zucchero. Aggiungete quindi il mascarpone a cucchiaiate e lasciate amalgamare bene. Versate il caffè a poco a poco e fatelo unire omogeneamente al composto.
A parte montate gli albumi a neve e aggiungeteli alla crema. Versate la crema sopra i biscotti e lasciate riposare delle ore in frigo.


Nota sulle uova: noi le abbiamo sempre usate crude (e ci è andata bene). Ci siamo chiesti se cambiare e provare la versione pastorizzata che in tanti blog abbiamo visto, ma poi abbiamo deciso di continuare come nostro solito.

Il rischio era che diventasse un...
tiramigiù!

9 commenti:

  1. ragazzi, non conoscevo il savoiardo sardo, anzi non lo conosco ancora, dove lo trovo?? BEllissimi sono, così lunghi! E voi siete dei temerari, l'ho detto io. Ah ah!! Baci :)

    RispondiElimina
  2. Ciao!eh si..il classico tiramisù! savoiardi e mascarpone! Saranno tante le versioni..ma questa è sempre la migliore!
    un bacione

    RispondiElimina
  3. seeee, anche io biscotti di fonni.
    e questo è un tiramisù... NUDO!!!

    mi convince poco il cacao con l'acqua sui biscotti, ma io sono una caffeinomane, non faccio testo
    ;-)))

    RispondiElimina
  4. che buoni i savoiardi sardi!! quelli vicentini li uso solo nel tiramisù perchè li trovo dappertutto, ma quello sardo è buono anche mangiato solo solo...
    poi è bello grosso e dà soddisfazione!

    RispondiElimina
  5. la proprietà commutativa riadattata per l'occasione al tiramisù mi sta proprio simpatica. Quella crema di caffè al mascarpone mi sembra di un goloso pazzesco. E poi il nome di tiramisù rimescolato mi piace un sacco. Insomma, grazie mille di aver partecipato :-)

    RispondiElimina
  6. Bellissimi i vostri savoiardi: spero di riuscire a trovarli :))
    Golosissimo il vostro tiramisù!!!

    RispondiElimina
  7. Impossibile non notare i savoiardi, sono fantastici! Tiramigiù? Ma è avanzato per caso? :-D

    RispondiElimina
  8. ho la fortunaccia di avere un'amica sarda che mi rifornisce di tanto in tanto di questi meravigliosi biscottoni! ma non avevo mai pensato di farci il tiramisù: quello è sempre e solo quello della nonna! ma non credo che si offenderà se provo qualcosa di diverso.
    molte grazie!

    RispondiElimina
  9. se il girono dopo è meglio ...prenoto per domani...ehi avanzateloooooooooooo! bacione

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!