martedì 6 ottobre 2009

La comida de el martes: Cetrioli al burro

Del nostro libro di tapas ormai ne abbiamo parlato parecchio, il fatto è che in attesa di inserire le ricette nel blog, il libro è rimasto "in giro" per la Trattoria e così ogni tanto l'occhio ricadeva lì e qualche altra ricetta da provare si faceva avanti.

Così è stato per questi cetrioli. L'idea di cuocerli ci suonava alquanto strana ma ricordavamo perfettamente l'amica Susana che si meravigliava che noi i finocchi li mangiassimo crudi e quindi abbiamo pensato che magari in Spagna mangiare i cetrioli saltati in padella non è poi così strano.

La ricetta ve la proponiamo per amor di conoscenza, sempre parafrasando Susana "se no te gusta es cultura". In Trattoria non è gustata mica tanto (per non dire niente), soprattutto perché i cetrioli erano eccessivamente salati per i nostri gusti, ma questa potrebbe esser colpa nostra.

Ingredienti (per 2 Trattori):
  • 1 cetriolo medio
  • 30 gr. di burro
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 cucchiaio di menta fresca tritata
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
Preparazione:
Sbucciate il cetriolo e tagliato per metà di lungo e con un cucchiaino privatelo dei semi.

Tagliatelo quindi a tocchetti e mettetelo in un colino spargendovi sopra del sale. Lasciatelo scolare per 30 minuti, quindi risciacquatelo sotto acqua fredda corrente, scolatelo bene e asciugatelo con carta da cucina.
Fate sciogliere il burro in una padella e fatevi soffriggere il cetriolo a fuoco moderato, mescolando continuamente, per 3-5 minuti, finché non è ben caldo. Aggiungete il succo di limone e la menta, pepate a piacere . Servite caldo.

Per conoscere bisogna provare

9 commenti:

  1. provare sempre, questo si :))
    Però io i cetrioli (come d'altronde anche i finocchi, ma questo è prorpio un fatto mio) nonriesco a vederli cotti, anche perchè appena li sbuccio devo trattenermi dal mangiarli così, sul momento, anche la vostra foto miha fatto venire voglia alle 7 di mattina! Buona giornata :)

    RispondiElimina
  2. Sinceramente anche a me i cetrioli cotti non ispirano.....però avete fatto bene a provarli così adesso sapete per certo che non fanno per voi! Baci

    RispondiElimina
  3. mi fido del vostro commento e magari non li provo, percò avete fatto bene a farci conoscere questa "usanza" spagnola :-)

    RispondiElimina
  4. Segno la ricetta, i cetrioli non so mai come cucinarli ^_^

    RispondiElimina
  5. Mai provati i cetrioli cotti, ma è già la seconda volta che leggo una ricetta su blog. Sarebbe da provare, perchè l'altra blogger ne parlava bene. Probabilmente è solo questione di gusti.

    Ciao
    Alex

    RispondiElimina
  6. Molto interessante! Io li mangio sempre crudi. L'anno prossimo metto in pratica sicuramente!

    RispondiElimina
  7. wow ecco un modo davvero nuovo di mangiare i cetrioli...curiosissimo! :)

    RispondiElimina
  8. brava brava..fai bene a sperimentare..sempre!!E i risultati sono appetitosi!!
    ;D

    RispondiElimina
  9. questa dei cetrioli cotti non la conosco nemmeno io...e pensare che il mio orti ne ha prodotti in quantità industriale tanto da essere costretta a buttarli..non ci stavo dietro nel mangiarli...Magari mi sarebbe piaciuta la vostra versione..con un pò di sale in meno...
    Brave!!

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!