lunedì 18 maggio 2009

Etterem MuVarA


Aiuolik torna e la Trattoria riapre! 

Nella sua ormai inseparabile macchinetta fotografica Aiuolik, come suo solito, ha immortalato parte del cibo che ha avuto modo di conoscere a Budapest. Non tanto in realtà, visto che la permanenza in Ungheria è stata breve, i pranzi sono stati a buffet e un giorno la nostra eroina si è dimenticata la macchina fotografica in albergo. Ma tranquilli, un reportage per voi clienti affezionati non potrebbe certo mancare, con tanto di nome delle pietanze in ungherese (una lingua facile facile che chiunque potrebbe imparare al primo colpo...ovvero assolutamente incomprensibile!). Anche il titolo del post è un omaggio all'ungheria, "etterem", infatti, significa ristorante :-)

Venite quindi con noi nel nostro viaggio culinario in terra ungherese, se poi volete vedere delle belle foto e sentir ancora parlare di cibo, fate un salto da Cavoletto (grazie Alex, per la segnalazione!), noi purtroppo il celebre ristorante di cui parla Cavoletto non abbiamo fatto a tempo a visitarlo, per cui dovremo tornare...magari in vacanza per avere un po' di tempo di visitare la città come si deve!

Ma basta parlare, siamo qui per un viaggio culinario virtuale e viaggio culinario sia!


Lecsó
(Hungarian "salsa" with eggs and sausage rings)


Goulash
(Hungarian kettle goulash with pasta "Csipetke")


Paprikás krumpll Wiesbaner roppanós virslivel
(Hungarian potatoes with sausages)


Borjúbécsi süit burgonyával, citrommal
(Vienna scalop with fried potatoes and lemon)

Spezzatino di cinghiale con timo
e spezie e gnocchi di patate fritti


Magyaros gombaleves
(Hungarian mushroom soup)


Gulyásleves bográcsban
(Goulash soup in a kettle)

Beefsteak with eggs on the plate,
layered rice and vegetables

Beefsteak with green sauce, fried potatoes

Scarpe diem!

9 commenti:

  1. Bentornata! Allora, qual è il verdetto sul vero gulasch?
    Un abbraccio
    Alex

    RispondiElimina
  2. @Roxy, grazie!!!!!

    @Alex, il vero goulash è piccantino e molto brodoso...Come già sapevo per loro è una zuppa e non lo trovi di certo alla voce "main courses". Quello che ho mangiato io era buono, ma la versione rivisitata che ho mangiato da noi la preferisco :-) In ogni caso mi sono portata dietro il libro di ricette per cui...se ne parlerà ancora!

    Ciaooo,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  3. Bentornata! Molto interessante :-)
    Hai per caso fatto anche un viaggio a cuba? Sto facendo delle ricerche per capire quali sono i piatti tipici ... non è che la tua macchinetta mi puo' aiutare!?!
    baci

    RispondiElimina
  4. Che fame a guardare le tue foto!
    Accipicchia!
    Se lo rifai ancora dovrò sparire per tutta la durata della dieta (oinoi ricominciata ieri dopo la pausa festaiola del viaggio di nozze!!)
    Ma prima o poi.... un viaggio di lavoro a Roma no?
    Troppo poco esotico?

    ti aspettiamo!

    nasinasi

    RispondiElimina
  5. cavolo che cibi leggerini e' ?? ciao !!

    RispondiElimina
  6. maaaa... anche tu??!!! Bello eh?! (in ogni caso, credo tu abbia visto più cibi tradizionali di quanti ne abbia visto e assaggiati io, lol :-))

    RispondiElimina
  7. Che bontà, io assaggerei tutto.
    ma me le spieghi le scarpe lungo il fiume???
    Bacini

    RispondiElimina
  8. @Miciapallina, Roma è troppo vicina per me :-) Scherzo! Di fatto non so perché non ci passi mai se non all'aeroporto...il problema è che se mi capitasse di andarci per lavoro dovrei starci una settimana in più per passare a salutare tutti gli amici che mi aspettano :-)

    @Sigrid, diciamo che andavo verso le scritte del menù che nella versione inglese dicevano "hungarian" :-) poi se era un bluff per turisti non so!

    @Koala, è un monumento in ricordo degli ebrei che sono stati fucilati lì sulle rive del Danubio :-(

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!