giovedì 23 ottobre 2008

Mele cotogne caramellate

Prima di presentarvi la supersemplice ricetta odierna, volevamo tranquillizzare tutti voi amici virtuali e reali che ieri vi siete preoccupati per noi e in tanti ci avete chiesto "come state?". Stiamo bene! I ciccetti superspaventati, il giardino eccessivamente irrigato, ma per il resto la Trattoria è sana e salva e i trattori anche. Per fortuna (nostra!) le zone colpite sono state altre e purtroppo i danni sono stati tanti. Per quanto ci riguarda, a parte fare una strada più lunga per andare e tornare da lavoro, nessun danno! Grazie a tutti per aver pensato a noi e per esser stati vicini vicini!

E ora per riscaldarci dopo tutta questa acqua, ecco una ricetta supersemplice dal sapore di una volta.

Sign.ra Doriana ci ha fornito delle mele cotogne e noi abbiamo terminato la nostra cena con una frutta di stagione riscaldata e addolcita!

Ingredienti (a persona):
  • 1 mela cotogna
  • zucchero (noi abbiamo usato quello di canna)
  • succo di limone
Preparazione:
Lavate le mele cotogne e tagliatele a spicchi. Riponetele nella pentola a pressione con mezzo bicchiere d'acqua per ciascun chilo di mele e fate cuocere per 5 minuti dal sibilo.

Toglietele dalla pentola, versatele in una pirofila, condite con un po' di succo di limone.

Cospargete quindi le mele con lo zucchero e caramellatele con la piccola fiamma ossidrica da cucina.

Calde e saporite

18 commenti:

  1. Ciaooooooooo!
    Io oggi ho avuta molta paura! Per fortuna è finito tutto... anche se purtroppo per altri è finita in tragedia...
    Sono contenta per voi e che stiate bene!
    Un bacione

    RispondiElimina
  2. si è qualcosa che si mangia molto volentieri, mi paice l'dea di caramellarla

    RispondiElimina
  3. Che sollievo sapere che state bene. Un abbraccione, Giu&Cat

    RispondiElimina
  4. Solo stamattina ho sentito che il centro del nubrifagio è stato proprio dove abitate voi. La violenza della natura è impressionante. Felice che stiate bene.
    La mela cotogna è un frutto che a casa nostra non è mai stato preparato. Devo vedere di procurarmene, perché mi incuriosisce questa versione caramellata.
    Un forte abbraccio
    Alex

    RispondiElimina
  5. Aiuolik, sono contenta, vi ho pensati ieri quando ho sentito la notizia.....ci voleva questo dopocena coccoloso...proprio stamattina mi sono accorta che ;l'albero di mele cotogne carico di mele davanti a cui passo tutte le mattina con la macchina e' stato "svuotato" ed ora immagino i proprietari tutti intenti a farne marmellate! :))

    Un bacio a tutti, spero che la situazione si normalizzi al piu' presto..

    PS: la fiamma ossidrica....prima po poi sara' anche mia!!!!

    RispondiElimina
  6. tutto bene quel che finisce bene..anche se purtroppo per altri non è finita bene....un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  7. uhhh meno male...dai mangiamoci una mela per scaldaric...è davvero una ricetta carinissima ed è troppo bello che state bene! un baciotto

    RispondiElimina
  8. Passata la paura è giusto far pace con la natura con un frutto tutto particolare come la mela cotogna. Ma perchè quelle che prendo io sono sempre tutte completamente rovinate all'interno, pur essendo perfette fuori ? .:-(

    RispondiElimina
  9. Sono contenta anch'io di sapere che stiate bene!Quindi per festeggiare potremmo mangiare insieme queste mele:P

    RispondiElimina
  10. non sapevo, aiuolik..mi dispiace..
    che paura...

    le mele cotogne mi piacciono tantissimo..è uno degli ingredienti per fare la mostarda veneta che adoro.
    ma...voglio provare le vostre mele...
    non ho la fiamma che fò??

    per alex...in germania ne trovi tantissimissimi mele cotogne (quitten)..in quasi ogni giardino se ne trova almeno un'albero.
    spesso te le regalano, perchè i vecchi alberi ne fanno tantissime. :)

    buonissima giornata
    bacioniii

    RispondiElimina
  11. che meraviglia!!!! una ricetta semplice ma dal sapore antico..... buonissima, ma davvero ha piovuto così tanto da voi???? qui continua a far caldo... nonostante il 23 ottobre...
    baciii Ely

    RispondiElimina
  12. Sono contenta che a parte i disagi, state bene. Quando la natura fa sentire la sua forza... consoliamoci con la ricetta di oggi!
    Un bacione
    p.s. allora devo aspettare sino a domani ... :-))))

    RispondiElimina
  13. Mi ricordano da matti la mia nonnina... grazie per questo salto nel passato!
    Anna

    RispondiElimina
  14. sono felice che sia tutto ok!!!che buone le mele...un bacionissssssssimo!!!

    RispondiElimina
  15. Acc... aiuolik che macello brrrrr fortuna che l'hai scampata... meglio festeggiare con un buon dolcetto ;)

    RispondiElimina
  16. Mmm che delizia!! Alla sera dopo cena, ora che inizia a fare freschino, una coccola calda come questa è proprio ciò che cerco!

    RispondiElimina
  17. grazie dell'avviso di rassicurazione, e speriamo torni tutto alla normalità,velocemente......
    ho assaggiato una marmellata di mele cotogne, ma non mi era piaciuta, ma non ho capito se era colpa della pseudo marmellata o della mela.....quest'altra soluzione mi pare già molto meglio....la mela si mangia anche cruda?

    RispondiElimina
  18. Per Astro: non mangiarle crude sono troppo agre e "legano la bocca" :-) A me la marmellata non piace tantissimo...però non mi assumo responsabilità se neanche così ti piacciono :-))))

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!