venerdì 4 luglio 2008

Il venerdì napoletano: Il cuoco galante

Oggi non vi presentiamo una sola ricetta napoletana bensì un intero libro di ricette!


Si tratta del libro "Il cuoco galante" di Vincenzo Corrado scritto nientepopodimenoche nel 1773.

Ecco alcune note storiche sull'autore e sul libro "rubate" da qui:
http://www.taccuinistorici.it/ita/news/moderna/letteratura/Il-Cuoco-Galante-Vincenzo-Corrado.html
Nato da umile famiglia Vincenzo rimase orfano del padre, ed ancora adolescente fu portato a Napoli come paggio alla corte del Principe di Modena e Francavilla Fontana Michele Imperiali, gentiluomo di camera di S.M. il Re delle due Sicilie. Appena maggiorenne, il Corrado entrò a far parte della Congregazione dei Padri Celestini dove si specializzò negli studi di matematica, astronomia, filosofia, scienze naturali e arte culinaria. Vissuto fra il sette e l’ottocento, come capo dei Servizi di Bocca del suo principe, diventò il faro della cucina moderna nobile deliziando gli ospiti con opulenta ospitalità. Il Corrado è stato il primo autore napoletano di un manuale organico di gastronomia. Il suo trattato “il Cuoco Galante” comparso a Napoli nel 1773, non oppose pregiudiziali al lessico gastronomico francese a quei tempi dominante, ma nel complesso si mantenne fedele alla pratica tradizionale della cucina italiana, e in particolare napoletana, rivelando lo sforzo di voler integrare le cucine forestiere a quella locale, servendosi di una scrittura semplice, concisa ed esauriente. La materia del manuale è riportata in capitoli di una certa ampiezza, ciascuno dedicato ad un argomento (minestre, carni domestiche e selvatiche, pesci, uova, latticini, verdure, crostate, dolci, sapori, conserve) a sua volta suddiviso in brevi paragrafi nei quali si prescrivono i modi di cucinare le vivande. “Il cuoco galante” ebbe larga fortuna come testimoniano le numerose edizioni e ristampe giunte fino alla metà dell’ottocento.

Il libro viene correntemente ristampato ed è arrivato in Trattoria tramite lo zio Luca che l'ha regalato ad Uncle! Ora non ci resta che sperimentare qualche ricettina galante!

Uncle galante!

12 commenti:

  1. Bellissima segnalazione, libro molto interessante me lo compro di sicuro, anche per il semplice fatto che menziona Francavilla Fontana luogo natìo della mia mamma.
    Buona giornata

    Tina

    RispondiElimina
  2. Adesso però sono curiosa di vedere qualche bella ricettina napoletana tratta da questo libro! Così dopo potrò rifarle anch'io...
    Ho trovato un libro simile, ma con ricette tipiche di una volta della mia zona (sono di Bologna), magari faremo uno scambio!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  3. Non vedo l'ora di vedere la prima ricetta, sono curiosa!
    Buon w.e.!

    RispondiElimina
  4. C'è la ricetta della pastiera?
    Aspettiamo qualche ricettina ... il libro solo dalla copertina non si può giudicare!

    RispondiElimina
  5. non lo conoscevo...ora aspettiamo ricettine:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  6. Ne avevo sentito parlare! Fcci sapere se le ricette sono ancora attendibili al giorno d'oggi!

    RispondiElimina
  7. Non lo conoscevo ^_^
    Un bacione e buon week end

    RispondiElimina
  8. Bene, allora scegli una bella ricetta galante che faccia sciogliere il corazon ai nostri masculiiii!!
    Baciiiiii!!

    RispondiElimina
  9. Servizi di bocca? Fa più odontoiatra che cuoco...Adesso dovete proporre qualche ricetta del libro, o anche voi andate in vacanza come molti altri blogger?

    RispondiElimina
  10. Questo libro mi interessa proprio tanto! Grazie per la segnalazione. Baci Laura

    RispondiElimina
  11. Oops non avevo letto bene!

    Tina

    RispondiElimina
  12. anche io non vedo l'ora di vedere una bella ricettuzza napoletana tratta da questo librooo!!!!!!!!! un bacionissimo!!

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!