sabato 14 aprile 2007

Chapati

Se volete preparare una cena particolare con un menu tipicamente indiano (vedi qui), non dovrete fare a meno di accompagnare la vostra cena con del vero pane indiano: il chapati!
Il chapati è, infatti, il pane tradizionale non lievitato tipico soprattutto dell'India del nord. In molte abitazioni si usa ancora preparare un grosso impasto ogni mattina per poi consumare il chapati durante il giorno, accompagnandolo a piatti di verdura o alla zuppa di dhal.

Prepararlo è semplicissimo!
Occorrente (per due persone): una tazza di farina per panificazione (meglio se integrale), circa 20-30 gr. di burro, circa 1/2 tazza di acqua e un pizzico di sale.





Preparazione: Versate la farina in una ciotola capiente, aggiungete l'acqua e il burro a temperatura ambiente e lavorate con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico (non deve risultare nè secco nè appiccicoso).
Nota: la quantità di acqua da aggiungere dipenderà dalla farina utilizzata.
Formate un panetto, spennellatelo con un poco di acqua e riponeteto a riposare avvolto in un canovaccio. L'impasto dovrà riposare per circa una-due ore.




Trascorso il tempo del riposo dell'impasto, cospargete un po' di farina in un piano e dividete il panetto in tanti panetti più piccoli (delle dimensioni di una piccola arancia). Con un mattarello spianate ciascuna pallina fino a formare un disco sottile di circa 10-12 cm. di diametro.




Cottura: Riscaldate una piastra in ghisa fino a quando non sarà caldissima.
Nota: nel caso in cui non si disponga della piastra in ghisa, cuocere direttamente sui fornelli!
Cuocete il primo lato sinchè non risulterà leggermente brunito e inizieranno a comparire le prime bolle, effettuate la stessa operazione con l'altro lato.
Togliete la piastra dal fuoco e senza spegnere il fornello, ponete il pane direttamente sui fornelli fino a che non si formano delle bolle, effettuate la stessa operazione con l'altro lato.
Una volta cotto, riponete il pane su un canovaccio, cospargete tutta la superficie con un po' di burro e richiudete con il canovaccio.
Proseguite con il resto dell'impasto, il pane così ottenuto andrà riposto sul disco precedente e a sua volta cosparso di burro.

Va servito caldo!

Rapido e buonissimo!

3 commenti:

  1. Va servito caldo, possibilmente lanciandolo e urlando la parola "Chapas!!" che in Bulgaria è appunto il tipico gesto di afferrare le cose al volo. E se li prendete li avete Chapati...

    RispondiElimina
  2. E complimenti per la scelta degli ingredienti. Gli ingredienti Pollice Verso, i prodotti pollice verso sono un marchio Positivity.

    RispondiElimina
  3. Uva Religiosa4 maggio 2007 12:22

    Da cui la famosa canzone "Chapa lì, chapa là, il Chapati viene e va"

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!