venerdì 21 novembre 2014

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Lamingtons

In English below ;-)

La carovana dell'abbecedario si è spostata in Australia e stavolta a guidarci sapientemente è Haalo.
In Trattoria per questa tappa ci siamo organizzati e siamo andati a cercare gli aiuti da casa. Sì, perché nel mondo di cervelli in fuga, c'è anche chi dalla Sardegna se ne va in Australia (giusto dietro l'angolo) e quindi quale persona migliore a cui scrivere per avere un consiglio sulla cucina australiana? (Grazie alle reti sociali che rendono unite le persone socievoli!)

E il nostro amico l'impegno ce l'ha messo tutto e non si è certo fermato a chi gli ha detto che l'Australia non ha ricette tipiche o che la ricetta tipica è lanciare la carne sul bbq (sì, lanciare!). Così ha continuato a chiedere sinché non gli hanno suggerito i lamingtons e lui preoccupato ha detto ad Aiu' "spero che un dolce vada bene". Eccerto che un dolce va bene! Quindi insomma menzione speciale al sardo-australiano, grazie Ale!


Lui stesso aveva fornito il link a una ricetta, ma Aiu' ha cercato un po' pure lei e alla fine ha optato per dare un'opportunità a quel bel faccione di Jamie Oliver. In realtà Aiu' ha pensato "se le ricette australiane di Jamie sono fedeli come le ricette italiane di Jamie, good luck!". Ma diamogliela una possibilità al giovane chef. Che poi nel suo sito abbiamo trovato questa, ovvero una ricetta di una canadese. Per aumentare l'internazionalità, qualora Italia, Inghilterra, Canada  e Spagna non fossero sufficienti, Aiu' ha preparato i lamingtons con il noto Tonifaste, notoriamente svizzero...


In tutto questo serviva infine il parere di un indigeno e così dato che alcuni cervelli fuggono dall'Italia, ma altri si muovono da altri paesi (notate la finezza verbale!) e, dato che tra i colleghi/amici di Aiu' c'è pure un australiano, quale persona migliore per avere un parere? Prova lamingtons superata a pieni voti! Bravo Jamie e bravi noi :-)

Ingredienti:
  • per la torta:
    • 4 uova
    • 200 gr. di zucchero granulato
    • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
    • 200 gr. di farina
    • 1 cucchiaino e mezzo di lievito
    • 110 gr. di burro, ammorbidito e freddo
  • per la copertura:
    • 75 gr. di burro
    • 250 gr. di latte
    • 65 gr. di cacao amaro in polvere
    • 435 gr. di zucchero a velo
  • per la guarnizione:
    • 500 gr. di cocco in scaglie
Preparazione:
Torta. Preriscaldate il forno a 180¨. Mettete un foglio di carta forno sulla base di una tortiera di 20cm x 30cm. In un recipiente capiente, sbattete le uova, lo zucchero e la vaniglia per circa 3 minuti. Mischiate la farina con il lievito e aggiungetela al composto di uova e zucchero setacciandola in modo da non formare grumi. Aggiungete il burro, mischiate lentamente con una spatola da cucina e quando saranno complemente mischiati, versate il composto nella tortiera. Cuocete per 25 minuti e togliete dal forno dopo aver fatto la prova stecchino. Fate raffreddare la torta, quindi dividetela in cubetti di circa 4-5 cm. per lato. Fate quindi raffreddare.


Copertura. In una casseruola capiente fate sciogliere il burro a fuoco basso, quindi aggiungete il latte. Successivamente, aggiungete il cacao setacciato e lavoratelo continuamente con una frusta. Quando il cacao sarà completamente sciolto, versate lo zucchero a velo e continuate a lavorare costantemente con la frusta, in modo che non si formino grumi. Quando tutto lo zucchero sarà mischiato, mettete il composto in due recipienti separati.


Assemblaggio. Immergete ciascun cubetto nel composto di zucchero e cacao, quindi passatelo sul cocco in scaglie. Quando il primo recipiente di cacao/zucchero sarà pieno di briciole, passate all'atro recipiente. Fate raffreddare i cubetti prima di servire.


Now in English!

The ABC caravan moved to Australia and now is Haalo that guides the game.
In the Trattoria for this stop, we looked for some suitable helps. Yes, because, you know, a lot of brains move from Italy and in that escape, there is also somebody that from Sardinia goes to Australia (just, around the corner!). So, why not to interview a sardo-australian to know about typical Aussie recipes? (Thanks to social networks that keep in touch social people!)

Our friend took very seriously his role and he didn't stop to whom said that in Australia there are not typical recipes or that the most typical one is to throw (!) the meat on the bbq! Hence, he searched for until they suggested him the lamingtons. Thus, he came back to Aiu' hoping that a cake recipe was ok. Of course it is! So thanks a lot Ale!!!



He also gave us a recipe of lamington, anyway Aiu' made a search and, at the end, she decided to give an opportunity to Jamie Oliver. We must say that Aiu' was a little bit worried. In fact, she thought "and what if Aussie recipes from Jamie are not so authentic as the Italian ones?" Moreover, the recipe is this one, that it means that it is from a Canadian.
For the sake of internationality, if Italy, U.K., Canada and Spain are not enough, Aiu' prepared the lamingtons together with the well-known Tonifaste that, you know, is from Switzerland!




To conclude in the best way, we asked to an Australian guy, a colleague and friend of Aiu', to try the lamington for saying if there were like the original ones or not... We passed the exam with very good punctuation! Well done Jamie and also us! :-)

Ingredients:
  • for the cake:
    • 4 eggs 
    • 200 gr. granulated sugar 
    • 1 teaspoon vanilla extract 
    • 200 gr. all-purpose (plain) flour 
    • 1 ½ teaspoons baking powder 
    • 110 gr. butter, melted and cooled 
  • for the icing: 
    • 75 gr. unsalted butter 
    • 250 ml milk 
    • 65 gr. cocoa powder 
    • 435 gr. icing sugar 
  • to assemble:
    • 500 gr. desiccated coconut
Method:
Cake. Preheat the oven to 350˚F/180˚C/gas 4. Grease and flour a 20cm x 30cm pan, lining the base of the pan with parchment paper. Beat the eggs, sugar and vanilla in a large bowl with an hand mixer (medium-high speed) until pale and thick (around 3 minutes). Sift the flour and baking powder over the egg and sugar mixture and use a rubber spatula to gently combine the dry ingredients. Add the melted butter, about ⅓at a time, gently mixing with a rubber spatula until completely combined, then pour the mixture into the prepared pan. Bake for 25 minutes, or until a skewer inserted into the middle of the cake comes out clean. The cake should spring back when lightly touched in the centre. Turn cake onto a wire rack to cool. Cut cake into even, bit-sized pieces about 4-5cm. You will probably end up discarding the edge pieces, as they won’t be completely square. At this stage you can refrigerate the cake for a few hours or leave the cake overnight in an airtight container, because a slightly less fresh cake will be easier to dip in the chocolate icing. When you are ready to dip the cakes, set up an area large enough to accommodate bowls for the cake pieces, the chocolate icing, the coconut and also a large tray topped with parchment paper and a cooling rack. You will need to work quickly to dip the cakes so having everything organised in advance will help.


Icing. Sift the icing sugar and the cocoa powder into two different bowls. In a large saucepan, melt the butter, then mix in the milk. Next, using a whisk to stir, start to add the cocoa powder. Once the cocoa powder is completely dissolved, add the icing sugar about a cup at a time, whisking constantly to prevent lumps. When all the icing sugar is combined, pour the chocolate mix into two separate bowls – that way when one mix gets full of crumbs you can switch to the next one.


Assemble. Working quickly, using a fork, dip the cake cubes into the chocolate mix and roll them around with the tines of the fork to completely coat. Drain any excess mixture off the cakes then drop them in the coconut and roll them around lightly to coat evenly with coconut. Set the cake cubes on the cooling rack placed over parchment paper to drain. You can refrigerate the cakes to help set the icing, then bring them to room temperature before serving.

6 commenti:

  1. praticamente potremo dire il giro del mondo in 20 lamingtons ^__^ ( 20 sono quelli che vedo in foto, ma magari altri erano giá stati messi a dimora :-)

    RispondiElimina
  2. comunque buonissimi questi dolcetti, in effetti ci ritroveremo con lamingtons, damper, anzac e meat pie ma va bene così! ora però lo sai che sono un pò tarda, vedo robottini dappertutto...da dove vengono???? non ho mica capito :=D

    RispondiElimina
  3. Martaaaaa erano più di 20, ovviamente, che faccio non li provo ancor prima di fotografarli? :-))))
    Lucia, il robottino appartiene a questa famiglia: https://www.facebook.com/pages/I-Robot/739220859451199
    Ciaooooo

    RispondiElimina
  4. Che bellini i tuoi lamingtons! Dai che una volta Jamie le imbrocca! ;) baci baci

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!