mercoledì 19 maggio 2010

Orata alla Vernaccia in letto di patate


Eccoci alla seconda portata della cenetta gourmet. Per poter stare nei 15 euro avevamo optato per delle orate ma prima di decidere come farle ci abbiamo messo un po'. In principio abbiamo pensato alle orate al sale, ma, oltre al fatto che sono già presenti su questo blog, non ci sembravano tanto gourmet. Buonissime, ma forse più da Trattoria che da ristorantino e da cenetta "seria". La seconda opzione è stata quindi l'orata al cartoccio, nel blog non c'è, è abbastanza gourmet con la faccina dell'orata che spunta fuori dal cartoccio e il costo abbastanza contenuto. Poi Uncle ha deciso la svolta e si è fissato con le orate alla Vernaccia e così abbiamo pensato alle patate a fare da sfondo (e da fondo) e il resto è nato da qualche ricerca in rete e dalla nostra inventiva.

Ingredienti:
  • 2 orate (1/2 kg.)
  • 500 gr. di patate
  • 1 bicchiere di Vernaccia di Oristano
  • 1 spicchio aglio
  • pomodoro secco
  • alloro
  • olio extra-vergine d'oliva
Preparazione:
Tagliate le patate a rondelle sottili, mettete un po' d'olio una pirofila e disponetevi sopra le patate. Condite con l'aglio e il pomodoro secco tritati fini. Fate cuocere per 25-30 minuti (a seconda di quanto avete tagliato fini le patate) in forno caldo a 180°. A metà cottura delle patate versateci sopra mezzo bicchiere di Vernaccia.
Nel mentre, lavate, squamate e aprite la pancia delle orate privandole delle interiora. Riempite quindi la pancia con un trito di aglio, pomodoro secco, prezzemolo e alloro. Ponete quindi le orate sulle patate e fate cuocere per 15-20 minuti. A metà cottura aggiungete la restante Vernaccia. Togliete dal forno e servite.

O rate O contanti :-)

4 commenti:

  1. Piatto strepitoso,ho avuto la fortuna di mangiarlo
    (senza pomodori,ma per il resto identico) e lo ricordo con la bava alla bocca!
    Bacioni :)

    RispondiElimina
  2. adoro l'orata..adoro le patate..che piatto prelibato!:)complimenti!

    RispondiElimina
  3. Ottimo piatto, buona domenica!

    RispondiElimina
  4. ottima ricetta, per palati fini

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!