martedì 24 novembre 2009

The Aiuolik Innkeeper's Project: Lesso

I believed in my dreams
Nothing could change my mind
Now I know what they mean
How could I be so blind

Dobbiamo dirlo? Diciamolo! Qui sua Maestà ha un po' deluso la nostra Trattora. Come si fa a fare una materia con una sola e unica ricetta? Non lo diciamo solo per motivi personali, in quanto ci ha tolto il divertimento di scegliere che cosa provare. Lo diciamo anche per motivi stilistici, per il libro, l'opera. Vabbè! A sua Maestà perdoniamo questo e altro, ma per sfidarlo in questa materia ci siamo permessi una licenza. Alla voce lesso e quindi pollo lesso, sua Maestà suggerisce di prendere in considerazione anche le ricette dei lessi rifatti e così, su questi monitor nessun pollo lesso sempliciotto sempliciotto, ma un lesso rifatto all'inglese!

LESSO RIFATTO ALL'INGLESE

Il pollame lesso, specialmente i capponi e le pollastre ingrassate, riusciranno più bianchi e più puliti senza che la sostanza del brodo ne soffra, se li cuocete entro a un pannolino sottile e legato.
L'arte culinaria si potrebbe chiamare l'arte dei nomi capricciosi e strani. Toad ín the bole, rospo nella tana; così chiamasi questo lesso rifatto, il quale, come osserverete dalla ricetta, e come sentirete mangiandolo, se non è un piatto squisito sarebbe ingiuria dargli del rospo.


Ingredienti (per 3 persone):
  • 350 gr. di pollo lesso, netto dell'osso
  • 1 uovo
  • 20 gr. di farina
  • 200 cc. di latte
  • 50 gr. di burro
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • spezie
  • 1 cucchiaiata di parmigiano grattato
Preparazione:
Frullate in un pentolo l'uovo con la farina e il latte. Tagliate il lesso in fette sottili e, preso un vassoio che regga al fuoco, scioglieteci dentro il burro e distendetelo sopra questo, poi conditelo con sale, pepe e spezie. Quando avrà soffritto da una parte e dall'altra spargetegli sopra il parmigiano e poi versate sul medesimo il contenuto del pentolo. Lasciate che il liquido assodi e mandatelo in tavola.

Il tocco di Aiuolik:
Quando Aiuolik ha letto "conditelo con sale, pepe e spezie" un pochino ha tremato. E mo', che spezie usiamo? Chi non fa non falla, per cui senza saper né leggere né scrivere ha optato per un po' di chiodi di garofano tritati e una spolverata di noce moscata.


Redone boiled

8 commenti:

  1. che splendido modo di servire un lesso, aiuolik!

    certo che diventa sempre più difficile star dietro all'artusi: ti ammiro per la perseveranza ;)

    RispondiElimina
  2. un pannolino... oh my god!
    Anch'io mi unisco all'ammirazione per il progetto... non ce la potrei fare (la pigrizia, che brutta bestia, altro che il rospo!)

    ;)

    RispondiElimina
  3. ah, ma allora e' un lesso col trucco!!! Cosi' lo mangerei volentieri, per me i lessi servono solo per il brodo, o come basi per ricette tipo questa (o insalate ad esempio) :D

    Baci, io continuo a tifare come se voi foste dei ciclisti ed io quella che vi passa la borraccia! O preferite un bicchiere di vino?? :)

    RispondiElimina
  4. amo l'artusi e mille volte ho immaginato di restilizzarlo (che brutta parola! fortuna che è inventata!) quindi seguirò costantemente le vostre realizzazioni :-) scusate eh se commento poco... ho poco tempo ma ci sono! e poi dico un'altra cosa: alan parson project n.1
    :-D

    RispondiElimina
  5. brava Aiuolik....resisti e perservera...che sua maestà si sta rivoltando nella tomba, pensando che qualcuno gli sta togliendo lo scettro ;-)))

    RispondiElimina
  6. Nuovo glamour per il lesso!!!!!

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutte per il supporto!!!
    @Cibo...va bene acqua, grazie ;-)

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!