giovedì 15 ottobre 2009

Blog Action Day

Per un giorno teniamo le cucine chiuse e aderiamo al Blog Action Day 2009 cercando di sensibilizzare i nostri clienti sui cambiamenti climatici e su ciò che anche noi, piccole gocce in questo oceano chiamato mondo, possiamo fare.

Avremmo potuto parlare del protocollo di Kyoto, oppure di energie alternative rinnovabili, o di tanti altri argomenti a tema. Abbiamo però pensato che questi argomenti forse sarebbero potuti apparire un po' lontani dai nostri usi e costumi e magari in molti si sarebbero chiesti "ma io che posso fare?". Abbiamo allora deciso di parlare di qualcosa che possiamo fare tutti noi e che in un certo modo riguarda, ancora una volta, il cibo.

Non vogliamo insegnare niente a nessuno, sia chiaro, vogliamo solamente accendere delle lampadine e riflettere un po' tutti assieme su ciò che anche noi, nel nostro piccolo, possiamo fare.

Il tema che abbiamo deciso di prendere in considerazione va sotto il nome di "chilometro zero".

Partiamo dall'acqua. Perché interi camion devono viaggiare da Cuneo a Palermo trasportando bottiglie di acqua minerale e viceversa, quando sia Cuneo che Palermo hanno fonti proprie? Inoltre, chi può (noi purtroppo non possiamo) dovrebbe utilizzare l'acqua del rubinetto risparmiando non solo carburante e riducendo quindi lo smog, ma anche risparmiando tutta la plastica delle bottiglie.

Proseguiamo con la frutta e la verdura. Perché andare a comprare tristi prodotti che hanno visto la loro maturazione in banchi frigo, quando a pochi passi da noi (questo, lo ammettiamo dipende da dove si vive) ci sono dei coltivatori diretti ben lieti di vendere i loro prodotti freschi e biologici? Ancora, perché utilizzare prodotti surgelati quando potremmo vivere di ciò che la stagione ci offre? E se proprio qualcosa vogliamo conservarlo per stagioni più magre, potremmo tenerlo nel nostro freezer e toglierlo fuori all'occorrenza. Oppure ancora possiamo conservarlo sott'aceto o sott'olio o farlo diventare confettura (o marmellata!).

Ma parliamo anche di carni. Perché comprare prodotti esteri, quando qui in Italia si produce tanta buona carne?

E che dire dei chilometri che facciamo in macchina per andare a comprare qualsiasi cosa anche quando il negozio si trova a pochi passi da casa nostra? Rispolveriamo le biciclette o riprendiamo ad andare a piedi...e poi così avremo anche la scusa di aver consumato qualche caloria in più e quindi ci potremo concedere uno sfizio in più :-)

Finiamo con le buste della spesa. Perché riempirci la casa di buste di plastica? Teniamo sempre con noi una o più borse in stoffa da utilizzare e riutilizzare ogni volta che andiamo a fare la spesa. Avremo meno ingombro nelle nostre case e avremo aiutato un pochino anche l'ambiente.

Yes, we can!

6 commenti:

  1. Attivissimi trattori, mi era sfuggito il blog action day! I suggerimenti sono tutti giustissimi, anche se io la bottiglia dell'acqua non riesco a mollarla :D, però è sempre un bene fr notare che il trasporto delle merci ha un costo altissimo in termini di ambiente. Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Condivido in tutto in modo particolare con le borse in stoffa...ritorniamo alle vecchie ma belle borse che usavano le nostre nonne....ciao Luisa

    RispondiElimina
  3. verissimo tutto quello che dite!!
    fermo restando che si può sempre fare molto per seguire le "regole" che avete elencato e spesso non lo facciamo solo per pigrizia, devo dire che in una grande città è piuttosto difficile riuscire a fare scelte consapevoli, perchè il tempo non c'è, il traffico lo impedisce, gli orari non permettono (io uscivo - e forse in futuro sarà peggio - di casa alle 8.00 e tornavo alle 20.45)...

    Ora che mi sono trasferita invece vado praticamente solo a piedi, compro solo prodotti locali, ecc... E per altro non lo faccio nemmeno consapevolmente! E' naturale così :-)

    RispondiElimina
  4. sottoscrivo tutto, e aggiungo che se non vogliamo arrivare alla borsa di stoffa,un po' difficile da reperire, ricordiamoci comunque che anche nei centri commerciali si trovano i borsoni riciclabili, robusti e capienti, che piegati occupano pochissimo spazio in macchina o in borsa.
    da portarsi sempre appresso.
    ciao!

    RispondiElimina
  5. bravi!

    io ho varie borse di stoffa che se in italia sono difficili da reperire all'estero si trovano facilmente

    basta comprarle in vacanza
    ne ho alcune che sono con me dal 1998!!!

    a volte basterebbe tornare al carrellino della spesa
    ce ne sono di molto bellini e poi aiutano la colonna!!!

    RispondiElimina
  6. ho spauto dell'action day troppo tardi...sai che ci credo molto...ho apprezzato i posto come questi... e per cui ti ringrazio...complimenti anche per il panone!

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!