venerdì 17 aprile 2009

SOAP 2.0

Quando abbiamo presentato la nostra SOAP Opera, Aiuolik è stata accusata di essere molto nerd...per cui per non contraddire le aspettative, eccoci ancora più nerd a presentarvi la seconda prova in materia di pizza senza impasto, che non poteva non chiamarsi SOAP 2.0!

Il fatto è che la cosa che ci suonava strana dall'altra ricetta erano le 24 ore che il nostro simpatico impasto trascorreva in frigo e i conseguenti 10 gr. di lievito. Così ci siamo detti, "e se provassimo con i classici 2,5 gr. e tenendo l'impasto al calduccio come di consueto?". Detto e fatto, avevate dubbi?

Il risultato è molto parente del precedente, forse l'impasto è venuto un po' liquido e difficile da maneggiare, ma il sapore e la consistenza finali decisamente paragonabili alla SOAP di prima generazione (la cui ricetta era stata presa da qui, grazie Paoletta!).

Ingredienti (per 3-4 persone):
  • per la base
    • 400 gr di farina 0
    • 280 ml di acqua
    • 16 gr di olio (2 cucchiai)
    • 5 gr di sale (1 cucchiaino)
    • 5 gr di miele (1 cucchiaino raso)
    • 2,5 gr di lievito di birra
  • per il condimento
    • passata di pomodoro
    • mozzarella di bufala
    • capperi
    • acciughe
    • olio
    • sale
    • origano
Nota: al posto del miele potete usare malto o zucchero.

Preparazione:
Mettete la farina, il sale e l'olio in una grossa ciotola. Fate sciogliere il lievito nell'acqua leggermente tiepida (40'' al microonde) e aggiungetela agli altri ingredienti. Aggiungete quindi il miele e mescolate velocemente per far amalgamare tra loro gli ingredienti.
Coprite con la pellicola trasparente e mettete in caldo, circa 30-40°, per 24 ore.

E fu sera e fu mattino...

Trascorse le 24 ore, tirate fuori l'impasto, rovesciatelo quindi sulla spianatoia ben spolverata di farina di grano duro, dividetelo in due parti e date a ogni pezzo le pieghe di Adriano del primo tipo.

Nota: le istruzioni sulle pieghe di Adriano del primo tipo le trovate qui: http://www.gennarino.org/forum/viewtopic.php?f=10&t=9451&p=85855&hilit=pieghe#p85855

Lasciate quindi riposare coperto con un panno umido per circa 20 minuti. Ungete due teglie di circa 25 x 30 cm. e stendetevi l'impasto. Dopo averla stesa versateci sopra il sugo condito con un poco di sale, un filo di olio e lasciate lievitare ancora per circa 15/20 minuti.
Infornate in forno caldissimo ventilato a 250° e cuocete per 15 minuti. Trascorsi i 15 minuti, tirate fuori dal forno, aggiungete la mozzarella, i capperi e le acciughe e cuocete per altri 5 minuti.

A parte il nome...
...buonissima!

12 commenti:

  1. Buoooona!!!anch'io ho mangiato pizza ieri sera, ma non con questa lavorazione...devo provarci!!!!!ciao e buon fine settimana!!!!Morena

    RispondiElimina
  2. Ragazzi, siete uno spettacolo, io non ho il coraggio neanche di tentare con la versione di prova!!! :))
    Un bacio!

    RispondiElimina
  3. Quella crosticina .... che fame!! Prima o poi la provo. Per ora mi sono rimessa a dieta (ma tanto si sa che dura poco :-))
    Baci
    Alex

    RispondiElimina
  4. La curiosità e la voglia di sperimentare non può portare che miglioramenti e crescita:-))

    RispondiElimina
  5. Non so ancora se provare la versione 1.0 o la 2.0. Ma è certo che "ve la copio"!
    ciao

    RispondiElimina
  6. mmmm pizza????? uh ci sto! :)

    RispondiElimina
  7. Ma che squisitezza!!!!! Un abbraccio Laura

    RispondiElimina
  8. Ecco adesso mi è venuta voglia di pizza ... foto goduriosa :-)
    Bacioni

    RispondiElimina
  9. una pizza speciale... ti aspetto nel mio blog per ritirare un premio:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  10. Gnam!!Io vivrei di pizza!!!Da provare al più presto.
    Bacionissimi e buona domenica

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!