lunedì 31 marzo 2008

Pastine Maddalena

Era il 24 Gennaio quando Aiuolik ha visto questo post sul blog di Cookie... Onestamente la nostra trattora le madeleines non le conosceva proprio e soprattutto era rimasta incuriosita dal fatto che Cookie avesse comprato le formine nello stesso posto in cui lei era stata pochissimo tempo prima... E così è bastato un commento sul blog di Cookie perché quest'ultima il giorno dopo portasse ad Uncle questi stampi per madeleines.

Grazie Cookie!

Pochi giorni dopo, a casa di Una Mela, sfogliando il volume sui dolci della raccolta di libri di cucina di Lisa Biondi, Aiuolik ha trovato la ricetta delle "pastine Maddalena" in una versione differente da quella di Cookie e se l'è segnata in un fogliettino pensando di provarla per aggiungere una ricetta di pastine Maddalena alla blogsfera :-)

Nel mentre sono passati circa due mesi, mesi in cui i nostri trattori hanno passato i weekend a imbiancare mezza trattoria (nel senso che l'altra metà ancora ci manca!) e Uncle era in giro per Napoli. Poi un giorno aprendo il portafoglio, proprio dietro la carta di credito ecco un fogliettino piegato ben bene...la ricetta delle pastine Maddalena di Lisa Biondi :-)

Infine, per il ritorno (definitivo?) di Uncle, anziché fargli trovare dei biscotti come i weekend passati, Aiuolik ha deciso di fargli trovare 14 pastine Maddalena...la dose che vi dò è per 15 ma Aiuolik aveva o no il diritto di assaggiare le sue opere?

Il prossimo passo sarà di provare le pastine nella versione di Cookie :-)

Ingredienti (per 15 pastine):
  • 2 uova intere + 1 tuorlo
  • 75 gr. di zucchero
  • 50 gr. di farina
  • 25 gr. di fecola di patate
  • 25 gr. di burro
  • scorza di 1/2 limone
  • zucchero a velo q.b. (per la guarnizione)
Preparazione:
Lavorate le uova e lo zucchero con la frusta a bagnomaria. Quando il composto inizia a intiepidire togliere dal fuoco e continuare a lavorare fino a che sollevando le fruste il composto non rimarrà come le stelle filanti (cito testualmente!). A quel punto aggiungete la farina e la fecola setacciate assieme e lavorate bene. Quando il composto diventerà omogeneo aggiungete il burro sciolto e tiepido e infine aggiungete la scorza del limone. Versate il composto nelle formine e fate cuocere in forno caldo a 180° per 12 minuti circa.
Lasciate raffreddare, sformate e ricoprite di zucchero a velo.

W la blogsfera!

28 commenti:

  1. buoneeeee buoneeeee!!!!
    me le mangio con gli occhi... ma oggi mi metto a dieta :( il weekend è stato devastante e il prossimo lo sarà di più!

    RispondiElimina
  2. les madeleines......ne ho fatto una scorpacciata in francia!!!!

    RispondiElimina
  3. Sto stampino devo comprarlo anche io. Avevo quello in metallo ed era una tragedia. Non me ne è uscita sana neanche una. Bellissime le vostre. E la candela ce l'avevo anche io :_))) Ciaooo, Alex

    RispondiElimina
  4. Elisa buona dieta...anche io dovrei mettermici seriamente, vedrò di fare il possibile :-)

    Shaghy e che aspetti a prepararmele? Ti presto le formine se vuoi ;-)

    Alex è stato il mio primo impatto con lo stampo in silicone. Effettivamente è praticissimo da togliere, se poi sei meno maldestra di me è comodo anche quando l'impasto è liquido :-) Che ridere, la stessa candela!!!

    Ciao a tutte/i,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  5. Che belleeee!! Vi sono venute una meraviglia!! Troppo bravi!!

    RispondiElimina
  6. Bellissimi questi pasticcini!! Passo da te inoltre per consegnarti un premio che mi è stato assegnato da Mariluna, e che io posso conferire ad altre due amiche Blogger! Ho scelto te perchè da quando ti ho conosciuta virtualmente mi hai subito conquistata con la tua simpatia, serietà e dedizione al blog. Ammiro la voglia di trasmettere ricette di cucina regionale, legate alla tradizione e all'attacamneto che hai verso la tua terra e mi piace anche che il tuo blog sia allargato alle idee, voglie e preparazioni di Uncle Pigor e Zia Shaggy. Con affetto Elga

    RispondiElimina
  7. innanzitutto complimenti per il pinguino qua sotto: è chiaro che LO VOGLIOOOOOOOOO :D
    e poi
    noooooooo anche qui le madeleines! ma insomma! mi state costringendo a comprare lo stampino!!! OHHHHHH!
    :P

    RispondiElimina
  8. ma che belle...sono meravigliose...mi sa che mi devo munire anche io di stampo per le madeleine:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  9. mi aggiungo anche io....
    lo stampino mi manca ma santo silicone... è un'invenzione niente male...

    una curiosità da ignorante ma LE MADALEIN sono biscottose o morbide come una tortina?? Ecco l'ho scritta... ora la blogosfera riderà della mia ignoranza... O__o

    Anna

    RispondiElimina
  10. Ce li ho anch'io quegli stampini lì!!! Uguali uguali!!! Però non li ho ancora utilizzati: mi blocco perchè ho solo una serie e ho paura di dover fare una ventina di infornate per far fuori tutto l'impasto!
    Intanto mi segno la ricetta...

    RispondiElimina
  11. Grazie Cookie, senza di te non le avrei mai preparate :-)

    Elga sono senza parole...grazie per tutti i complimenti...ora passo a vedere il premio!!!

    Salsa di sapa allora nella lista della spesa segna il pinguino e le formine :-)

    Annamaria cerca anche tu lo stampo allora!

    Cuochetta la tua domanda non mi fa inorridire ma mi rincuora perchè prima dei blog io avevo la stessa domanda :-) Sono delle mini tortine, buoooneeee!

    Dolcetto niente paura! Con le dosi che ho scritto io escono 15 formine e bastano pochi minuti di forno. Per una brava come te con i biscotti non ci saranno certo problemi ;-)

    Ciao a tutte/i,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  12. le voglio anch'iooooooooooooo!!!
    Troppo bravi voi della trattoria!!

    RispondiElimina
  13. Devo comprare lo stampo...sono perfette!

    RispondiElimina
  14. Ecco uno stampo che mi manca ed una ricetta che mi ero ripromessa di provare ma poi.....
    complimenti sono perfette

    RispondiElimina
  15. Che spettacolo !!!! Mi devo mettere alla ricerca degli stampi per poterle provare!!!
    Ciao lauradv

    RispondiElimina
  16. Marcel Proust31 marzo 2008 18:17

    In una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito resi indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa

    RispondiElimina
  17. Metto qua i complimenti per il blog ma avrei voluto commentare ogni ricetta vista. Mi ha fatto gola tutto !!!! Complimenti !!

    RispondiElimina
  18. Elisa grazie dei complimenti e mi raccomando cerca le formine!

    Dolci e non solo avessi saputo tutto questo successo avrei comprato un po' di formine da vendere :-D

    Anicestellato dai compra anche tu le formine!!!

    Laura anche tu in cerca delle formine? Un successone, sono contenta!

    Marcel grazie per questo momento di cultura :-)

    Emilia benvenuta in trattoria e...grazie!!!

    Ciao a tutte/i,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  19. uffi... tutti che fanno ste delizie, devo... assolutamente... avere... lo ... STAMPO!!!!!

    RispondiElimina
  20. Oh insomma ma allora ci devo proprio provare,che belli ti sono venuti!!

    RispondiElimina
  21. UHMMMM BUONEEEEEEEE!!!! Aiuolik non mi sono scordata del menù aspettvo mia sorella che si è presa una settimana di vacanza.. almeno questo vogliamo farlo insieme ahahaha

    RispondiElimina
  22. Aiuolik, la ricetta non la leggo neanche...perche' credo di avere lo stesso libro!!!! E da quando ho comprato lo stampo per le madeleine che penso di usare quella ricetta, anzi e' da quando ho comprato quel libbricino che quelle pastine maddalena mi hanno affascinato....costava circa mille lire ed e' stato circa....22 anni fa (ne avevo 12!).......
    Altro che madeleine proustiana, quindi.......
    Ti sono venute bellissimissime!!!

    RispondiElimina
  23. Ely dai entra anche tu nel club dello stampo per madaleines :-)

    Lory dai per un'esperta come te queste si fanno ad occhi chiusi ;-)

    Tatiana io aspetto, tranquilla!!!

    Ciboluette eh eh eh, mi sa che il libro è proprio lo stesso...Non so quanti anni avessi quando mia madre lo comprò, magari non ero neanche nata! :-)

    Ciao a tutte/i,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  24. ci puoi giurare cara... non me le lascio scappare queste!!!!
    baci e buona giornata!!!

    RispondiElimina
  25. Buone le madeleines!!! complimenti!! proverò la tua ricetta!!

    RispondiElimina
  26. Ti son venute benissimo le mini maddalene !!!! Ciao Lisa
    http://ricettedafairyskull.myblog.it/

    RispondiElimina
  27. Ely allora aspetto di vederle nel tuo blog ;-)

    Sere benvenuta in trattoria e grazie!

    Lisa grazie grazie!

    Ciao,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  28. Ops...scusate ho scritto Sere invece che Sara...perdonatemi è domenica mattina!
    Ciao,
    Aiuolik

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!