mercoledì 29 novembre 2017

Risikitchen – Ricette vincenti da tutto il mondo

Questo post a blog unificati è un racconto di amicizia, di viaggi e di cibo.

Se ci seguite da anni, sapete che la nostra carovana da anni viaggia per scoprire le ricette del mondo. Tutto iniziò con un viaggio in Italia, poi si andò in Europa e, infine, per il mondo intero. Trovare una lettera per ogni ricetta o per ogni città, nazione e paese era solo un pretesto per scoprire che cosa si mangia qua e là per il mondo, senza lasciare la propria città e la propria cucina.
In tanti aderirono ai nostri viaggi, la carovana si riempiva a ogni tappa con nuovi amici unitisi lungo il cammino, i fedelissimi sempre presenti con la valigia sempre pronta e tutti con tanta, tantissima voglia di scoprire nuove ricette e nuovi ingredienti.

Ma questo è il passato...

Venne poi un giorno in cui Aiu’ si ricordò di tante notti con gli amici passate a giocare Risiko! (sì, proprio lui), il suo cervello le disegnò mentalmente il tabellone del gioco e il resto è ciò di cui vogliamo parlarvi oggi.


Avete capito bene! In vendita su Amazon trovate il nostro ultimo progetto (ultimo se ci fermiamo a guardare il presente, ma ne verranno altri, ne siamo certi!). Quello che vi presentiamo è un sogno collettivo (grazie Rosa Maria per la definizione!). È un libro di ricette che attraversa tutti e 42 i territori del Risiko! (sì, anche il Kamchatka!). Ancora un pretesto per conoscere le ricette del mondo.

Siamo 30 condottieri, 30 blogger, ognuno con 2 obiettivi tra le mani: una ricetta salata e una dolce. Non ci sono dadi rossi né blu, non ci sono carrarmati né territori
da invadere. È un libro pacifico composto da 84 ricette vincenti, tutte diverse, ognuna con una suo pezzettino di storia, ognuna curata con tanta passione da ognuno di noi per regalarvi un viaggio unico e imperdibile. Del resto, chi non “risika” non rosica!

Chi siamo? Eccoci qui (in rigoroso ordine alfabetico come piace a noi):
Se ti abbiamo incuriosito e sei già su Amazon ordinando il nostro libro (questo è il link!), aspettiamo le tue opinioni! Se hai voglia di dirci la tua, mandaci un’e-mail. Se proverai una ricetta, dicci com’è andata e mandaci una sua foto. Se hai voglia di contattarci, noi siamo qui: risikitchen@gmail.com 
Sii parte del nostro sogno collettivo!

Grazie e buone ricette a tutti!

domenica 3 aprile 2016

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Povitica

Quando nel Luglio del 2013 la Croazia entrò a far parte della Comunità Europea, la nostra Aiu' si sentì un po' spiazzata. Lei e le sue amiche viaggiatrici erano in giro per l'Europa con l'Abbecedario Culinario della Comunità Europea: 27 Nazioni e 27 lettere... Una ventottesima Nazione non l'avevamo prevista e di scrivere all'Accademia della Crusca per aggiungere una nuova lettera non ce la sentivamo :-) Così la Croazia ha dovuto aspettare la fine del nostro viaggio mondiale per avere il suo momento di gloria anche da noi. Eccola quindi chiudere il nostro viaggio, con la nostra ambasciatrice Francesca che ci ospita alla grande.


E per chiudere in bellezza questo viaggio, dato che la nostra Aiu' ultimamente ha ripreso la voglia di fare pane e ne sta sperimentando vari, ha cercato in rete un pane croato e ha trovato questo, che poi è una specie di brioche. Buonissimo, peccato per l'inesperienza della nostra Trattora nel mettere il ripieno e avvolgere il pane.

Ingredienti:
  • impasto
    • 50 gr. di zucchero
    • 190 ml. di latte tiepido
    • 1/2 cucchiaio di sale
    • 50 gr. di burro morbido
    • 1 bustina di lievito per panificazione
    • 350 gr. di farina
    • 1 uovo
  • ripieno
    • 100 gr. di noci tritate
    • 100 gr. di zucchero
    • 50 gr. di burro
    • 1 cucchiaino di cannella in polvere
    • 2 bianchi d'uovo

Preparazione:
Sciogliete il lievito e un cucchiaino di zucchero nella metà del latte. Lasciate agire per 10 minuti, quindi aggiungete tutti i rimanenti ingredienti dell'impasto. Impastate fino a ottenere un impasto liscio e lasciate riposare coperto per 1 ora (o fino al suo raddoppio). 
Preparate il ripieno mischiando tutti gli ingredienti assieme con un frullatore a immersione, in modo da ottenere un composto dalla consistenza di un purea. 
Stendete l'impasto su un piano leggermente infarinato, formate un rettangolo sottile e coprite con il ripieno. Avvolgete da un'estremità all'altra facendo in modo di non lasciare andare il ripieno e chiudete nei bordi.
Mettete in uno stampo imburrato e fate cuocere per 1 ora a 180ºC. Lasciate riposare prima di togliere dallo stampo. Servitelo una volta freddo.



venerdì 11 marzo 2016

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Sou-berag

Sembra ieri che iniziava questo viaggio e invece siamo già arrivati alla Y, ovvero alla penultima tappa di questa avventura. Cristina ci ospita infatti in Armenia e a noi rimangono ancora pochi giorni per cucinare qualcosa per lei. Noi arriviamo solo ora per vari motivi. Abbiamo avuto molte visite in questi giorni, la nostra eroina sta provando a mangiar meno, la nostra eroina sta lavorando tantissimo, la nostra eroina sta cercando di andare un po' in piscina, la nostra eroina ha iniziato un nuovo corso di catalano, la nostra eroina fra un po' esplode :-)


Ma la nostra ricetta alla nostra Cristina la portiamo. Si tratta delle lasagne alla maniera degli armeni o almeno questo è quello che dicono qui. Le lasagne, manco a dirlo le abbiamo comprate già fatte perché la nostra eroina non avrebbe saputo come fare altrimenti. Il piatto è interessante, dobbiamo ammetterlo. Ci è piaciuto!

Ingredienti:
  • 9 lasagne
  • 1 cucchiaio di burro ammorbidito
  • 100 gr. di formaggio "Jack" grattugiato
  • 125 gr. di formaggio curd cottage
  • 125 gr. di ricotta
  • 2 uova sbattute
  • 1 mazzo di prezzemolo tritato
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di pepe
Preparazione:
In una pentola capiente portate a ebollizione acqua salata e fate cuocere per qualche minuto le lasagne. 
A parte mischiate tutti i formaggi assieme con il prezzemolo, il sale e il pepe. 
Spandete metà del burro nel fondo della teglia, coprite con uno strato di lasagne, quindi coprite con il formaggio e continuate così fino a esaurimento degli ingredienti. L'ultimo strato dovrà essere di lasagne. Spandete il restante burro sopra l'ultimo strato e infornate in forno già caldo a 175º per circa 20-25 minuti. Servite caldo.


domenica 21 febbraio 2016

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Mele fritte

E arriviamo l'ultimo giorno con l'ultima ricetta per la nostra tappa cinese e la nostra Carla Emilia che ci ha ospitati come solo le ambasciatrici dell'abbecedario sanno fare!


Ricetta di repertorio, risalente al 2010 che ci riporta indietro di 6 anni e ci fa riaffiorare tanti ricordi...e per fortuna sono i ricordi belli quelli che poi contano veramente!

Ingredienti (per 2 Trattori):
  • 2 mele grosse a polpa soda
  • 100 gr. di farina 00
  • 3 cucchiai di maizena
  • 1 albume d'uovo
  • 1 cucchiaio d'acqua
  • olio per friggere
Preparazione:
Sbucciate le mele e tagliate in 8 spicchi. Infarinate gli spicchi nella farina bianca e teneteli da parte. Alla farina rimasta aggiungete la maizena, l'albume l'acqua in modo da ottenere una pastella densa. Scaldate nel wok l'olio, passare gli spicchi di mela nella pastella e fateli cuocere su tutti i lati. Toglieteli e metteteli su carta assorbente. Servite calde.


venerdì 19 febbraio 2016

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Involtini primavera

Potevano mancare gli involtini primavera nella nostra tappa cinese? No, diremmo noi. Quanti involtini primavera abbiamo mangiato in Cina quest'estate? Ehm, zero :-) Ma questi li lasciamo lo stesso alla nostra Carla Emilia che ci ha condotti sin qui!


Ingredienti (per circa 10 involtini):
  • 250 g di carne di tacchino 
  • 3 fettine di bacon
  • 25 gr. di spaghetti di soia 
  • 1 cipolla piccola
  • coriandolo
  • 75 gr. di foglie di cavolo cappuccio
  • pepe nero q.b.
  • sale q.b.
  • 1/2 spicchi di aglio 
  • 10 cialde di riso 
  • olio di semi per friggere
Preparazione:
Tritate la carne, la cipolla e il cavolo. In una padella antiaderente fate tostare i bacon fino a renderlo croccante, poi tritate anch'esso.
Far rinvenire gli spaghetti in acqua bollente, sgocciolateli e tritateli.
Mettete assieme tutti gli ingredienti tritati e l'aglio schiacciato in una ciotola e mescolate bene.
Bagnare le cialde di riso (una alla volta) per qualche secondo in acqua tiepida. Disponetele ad una ad una sul piano di lavoro in modo da non farla rompere. Versate un cucchiaio di ripieno sul lato della cialda più vicino a sè. Arrotolate dal basso verso l'alto arrivando circa ad un terzo del diametro della cialda. Ripiegate le cialde dai lati verso il centro, in modo da racchiudere il ripieno, poi continuate ad arrotolare in modo abbastanza stretto. 
Friggere gli involtini in una padella dai bordi alti, pochi alla volta facendo attenzione che non vengano in contatto tra di loro. Fateli dorare e serviteli tiepidi con la salsa di arachidi.