lunedì 24 agosto 2009

Capperi sotto aceto


La prima ricettina post-vacanze capita giusta giusta per questo periodo e quindi ve la proponiamo subito così fate ancora in tempo a procurarvi gli ultimi capperi della stagione e a provare pure voi!

La produzione dei capperi in Trattoria va avanti, la nostra piantina che era partita timida timida ora sforna capperi da maggio a settembre e ogni settimana ci regala quasi una scodella di raccolto. Così parte di loro vengono regalati a parenti e amici, parte vengono conservati sotto sale e, per la prima volta, quest'anno, visto che l'anno scorso a fine stagione avevamo il barattolone mostrato qui, abbiamo deciso di conservarne un po' nell'aceto. Ecco come si fa!



Ingredienti:
  • 1 kg. di capperi
  • 1 l. di aceto di vino bianco
  • qualche chiodo di garofano
  • 1 foglia di alloro
  • sale q.b.
Preparazione:
Lavate e scolate i capperi, cospargeteli abbondantemente di sale e lasciateli macerare al sole per due giorni.
Trascorso tale tempo mettete a bollire l'aceto insieme ai chiodi di garofano e all'alloro. Fate bollire per 2 minuti, quindi togliete dal fuoco.
Mettete i capperi nei vasi unendo un po' del sale in cui sono stati messi a macerare. Versatevi sopra l'aceto tiepido e lasciateli raffreddare. Chiudete i vasi e conservate in luogo fresco e asciutto.


Sotto sotto...

6 commenti:

  1. che meraviglia, adoro i capperi in tutti i modi. Tra l'altro secondo me è una pianta meravigliosa!

    Com'è andata la giornata di mare? Chissà quanto ha pianto il ferro da stiro, abbandonato a casa. Poverino...

    RispondiElimina
  2. Bentornati! Conservo i capperi sempre sotto sale, prendo nota di questa versione, grazie!

    RispondiElimina
  3. ottimo, un altro metodo da fare vedere alla mamma, rispetto al sotto sale !!! ciao!

    RispondiElimina
  4. Siete incredibili, anche i capperi sottaceto :-o
    Io non ne ho incontrata neanche una piantina quest'anno, pensa che da qualche parte in tv o su una rivista dicevano che prima erano considerati addirittura piante infestanti!

    Vorrei essere un po' infestata :D
    Baci!!!

    RispondiElimina
  5. anche io trovo i capperi davvero irresistibili, me li mangio anche così da soli... peccato non avere a disposizione una piantina da poter crescere con amore come la vostra!

    ciao
    :o)

    RispondiElimina
  6. Vi ho sempre invidiato la vostra pianta di capperi. Meravigliosi.

    Io faccio sempre scorta di capperi di Pantelleria a Roma.
    Baci
    Alex

    RispondiElimina

Non essere timido, lasciaci un commento!